Superbonus 110% RC professionale

Superbonus 110 e Nuove Opportunità in ambito di RC Professionale

Coperture Assicurative richieste dal “Decreto Rilancio” per il tecnico abilitato

La normativa recentemente introdotta nel decreto legge 19 maggio 2020 n. 34 così detto “Rilancio” e divenuta pienamente operativa con i decreti attuativi del mese di agosto, pone al centro del processo volto alla realizzazione degli interventi di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico la figura chiave del progettista o tecnico abilitato.

Tale figura professionale, per l’attività di asseverazione e certificazione ai fini della detrazione fiscale, deve essere dotata di una copertura assicurativa di RC dedicata .
ITAS, in pieno spirito mutualistico, ha prontamente individuato una soluzione assicurativa chiara, adeguata alle disposizioni normative e che offre la massima tutela al socio assicurato professionista.

Di seguito i principali temi assicurativi introdotti dalla normativa e le nostre soluzioni.
Il tecnico abilitato al rilascio delle asseverazioni e certificazioni in ambito energetico e sismico è tenuto alla stipula di una polizza di assicurazione della Responsabilità Civile, con massimale adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate e agli importi degli interventi oggetto delle predette attestazioni, e comunque non inferiore a 500.000 euro al fine di garantire, ai propri clienti e al bilancio dello Stato, il risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’attività prestata.

Inoltre, il Decreto attuativo cd “Asseverazioni” del MISE di data 3.8.2020, ribadisce l’importanza della copertura RC professionale del progettista “pena l’invalidità dell’asseverazione medesima” aggiungendo una disposizione sull’adeguatezza del massimale. Per ogni istanza, il progettista, dovrà infatti dichiarare la “disponibilità residua della copertura assicurativa” che dovrà essere “maggiore o uguale all’importo dell’intervento asseverato”.

La nostra soluzione assicurativa: RC Professionale “single project” per il tecnico abilitato.

Siamo partiti dalle premesse normative sopra citate per offrire una soluzione assicurativa ai nostri progettisti assicurati che tenga in considerazione:
1. La necessità di un massimale adeguato agli interventi oggetto delle asseverazioni;
2. Una copertura dedicata al singolo intervento che non metta in difficoltà il progettista al momento
della dichiarazione della controversa “disponibilità residua” della copertura citata dalla normativa;
3. Una garanzia con una validità temporale adeguata ai lavori eseguiti ed alle tempistiche di controllo
dei vari enti coinvolti nel processo di verifica dei requisiti tecnici e fiscali, quali ENEA e Agenzia delle
entrate.
Per rispondere appieno ai predetti requisiti abbiamo studiato per i nostri progettisti assicurati con prodotto ITAS PRO l’estensione “asseverazioni e certificazioni ex DL 19.5.2020 n. 34” che vi riportiamo in allegato e che verrà emessa tramite appendice dedicata alle singole opere o interventi oggetto di attestazione.
Come potrete rilevare, i punti forti della nostra proposta sono:
1. Estensione dedicata alla singola opera o intervento con un massimale dedicato, in aggiunta al
massimale base di polizza RC Professionale e variabile a seconda dell’importo degli interventi (e
comunque non inferiore a 500.000 euro);
2. Validità temporale della garanzia: claims made con retroattività illimitata e postuma valida per 10
anni operante in caso di cessazione della polizza in corso;
3. Velocità dell’offerta: richiedendo alcune informazioni minime sull’opera da asseverare quali: la
descrizione e l’ubicazione dei lavori, l’importo e i dati del committente l’intermediario potrà
rilasciare l’offerta per massimali (e quindi opere) di valore fino a un milione di euro. Per valori
superiori, prima di confermare la proposta, sarà necessario un confronto con l’ufficio assuntivo RC
Persona e Professionisti.